Selezione di Maggio - Vinarte

la selezione di maggio

Pouilly Fumè – Ladoucette

AZIENDA: Baron de Ladoucette

REGIONE: Loira (Francia)

DENOMINAZIONE: Pouilly Fumè AOC

TIPOLOGIA: Bianco secco

VITIGNI: 100% Sauvignon Blanc

AFFINAMENTO: 5-6 mesi in acciaio

COLORE: Giallo paglierino brillante

PROFUMO: Floreale, agrumato, balsamico

GUSTO: Pieno, fresco e sapido

GRADAZIONE: 12.5%

ABBINAMENTO: Quiche al salmone | Asparagi | Caprini freschi

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10-12° C

Baron de Ladoucette è una delle più prestigiose e rinomate cantine della Valle della Loira. La storia enoica della famiglia La Comte Lafond inizia nel 1787 quando gli allora proprietari acquistarono i vigneti di Poully-Fumé a Chateau du Nozet dalla figlia illegittima del re di Francia Luigi XV. Nel 1972 il Barone Patrick de Ladoucette ha ereditato i possedimenti e li ha estesi acquistando appezzamenti nelle regioni del Sancerre, del Pouilly-Fuissé, dello Chablis, della Champagne, del Vouvray e dello Chinon, ampliando in maniera importante la secolare attività vitivinicola della famiglia.
Ad oggi il Domaine possiede 165 ettari di vigneti all’interno della denominazione Pouilly Fumé che si estende sulla riva destra del fiume Loira. L’unico vitigno coltivato è il Sauvignon Blanc che da quelle parti è conosciuto anche con il nome di “Blanc Fumé”.

Oggi la maison riesce a coniugare in maniera eccelsa la ricca tradizione enologica alle più innovative tecnologie, in modo da esaltare la qualità dei prodotti rispettando le radici ed il legame con il territorio. In vigna ogni pratica agronomica è svolta per mantenere inalterato l’equilibrio del sistema pianta-suolo mentre in cantina, la tradizione vuole che ogni appezzamento e ogni singolo cru siano vinificati separatamente, così da valorizzare ed esaltare le caratteristiche intrinseche dei vigneti.

Questo Pouilly Fumé nasce dalle sole vigne di Sauvignon Blanc aventi un’età media superiore ai trent’anni. I suoli argillosi conferiscono ai vini struttura, mineralità e predisposizione all’invecchiamento con l’interessante evoluzione del bouquet verso le tipiche note leggermente fumé.

Dopo un’attenta selezione dei grappoli in vendemmia, le uve raggiungono velocemente la cantina dove vengono pressate ed il mosto fermenta in vasche d’acciaio con controllo della temperatura. Successivamente il vino matura alcuni mesi in acciaio prima di essere imbottigliato.

Nel calice si presenta con un colore giallo paglierino brillante. Il bouquet si apre su delicati accenni floreali, note agrumate, sensazioni balsamiche, vegetali e sbuffi di pietra focaia. Il sorso è succoso e conquista per la sua freschezza, gli aromi fruttati e la chiusura sapida e minerale.
Da assaggiare con una quiche al salmone, un risotto agli asparagi o formaggi caprini freschi.

la selezione di maggio

Merlot - Rovio

AZIENDA: Vini Rovio Ronco

REGIONE: Ticino

DENOMINAZIONE: Ticino DOC

TIPOLOGIA: Vino rosso

VITIGNI: 100% merlot

AFFINAMENTO: Acciaio

COLORE: Rosso rubino

PROFUMO: Frutta rossa matura, frutta di bosco e violetta

GUSTO: Pieno, morbido e vellutato

GRADAZIONE: 12.5%

ABBINAMENTO: Salumi | Formaggi | Primi di cane | Arrosti

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16-18° C

Vini Rovio Ronco nasce nel 1986 dall’incontro del viticoltore ed enologo Gianfranco Chiesa con Ruedi Meier. La cantina, realizzata nel 1994 dall’architetto Luigia Carloni, sorge a Rovio in una cornice paesaggistica senza eguali: esposta su una bellissima terrazza affacciata sul Lago Ceresio e circondata dal Monte Generoso, Monte San Giorgio e Sighignola.

Gianfranco Chiesa è un produttore appassionato che lavora con precisione ed attenzione meticolosa i suoi quasi 7 ha di vigneti suddivisi tra Merlot, Gamaret, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Syrah, Magliasina, Chasselas e Chardonnay.
Sempre attento alla valorizzazione del territorio e alla salvaguardia della natura, Gianfranco coltiva le sue viti secondo i principi della produzione integrata adottando la certificazione SQNPI.

ll Merlot Rovio è considerato un’icona dei vini ticinesi, grazie alla sua costanza nella qualità e alla sua etichetta inconfondibile che riproduce un affresco della chiesetta di San Vigilio a Rovio. Le uve provengono da vigneti situati a 450 msm alle falde del Monte Generoso su terreni leggeri, sabbiosi e ghiaiosi.
Le uve, una volta raggiunta la cantina in piccole cassette, sono diraspate, pigiate e lasciate fermentare in serbatoi di accio inox. Terminata la fermentazione, il vino affina per qualche mese sempre in acciaio inox.

Il calice si colora di un rubino assai brillante. Al naso si percepisce la croccantezza e la freschezza della frutta rossa, unita a sentori di piccoli frutti di bosco e petali di viola. Il sorso è pieno, avvolgente, di buona struttura e caratterizzato da tannini ben integrati. Si abbina a piatti della tradizione: salumi e formaggi, paste con sughi di carne e arrosti.

In questo sito Web utilizziamo strumenti di proprietari o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
è possibile prendere visione della politica di privacy di EnotecaVinarte cliccando qui