Selezione di Aprile - Vinarte

la selezione di aprile

Gattinara Nervi - Conterno

AZIENDA: Az. Vinicola Nervi, Gattinara

REGIONE: Piemonte

DENOMINAZIONE: Gattinara DOCG

TIPOLOGIA: Rosso

VITIGNI: 100% Nebbiolo

AFFINAMENTO: 36 mesi botti di rovere

COLORE: Rosso granato

PROFUMO: Note di sottobosco, piccoli frutti scuri, floreale e speziato

GUSTO: Ben equilibrato con buona struttura

GRADAZIONE: 14%

ABBINAMENTO: Primi di terra | Carni rosse | Formaggi stagionati

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16–18 °C

Nello scenario della denominazione del Gattinara, la Cantina Nervi è la realtà più antica, fondata nel lontano 1906 da Luigi Nervi. Nel 2018 una svolta importante grazie all’acquisizione da parte di Roberto Conterno, patron della blasonatissima cantina di Giacomo Conterno di Monforte d’Alba, il quale succede alla precedente proprietà della famiglia norvegese Astrup. Oggi l’azienda conta 27 ettari a vigneto, per una produzione di circa 120’000 bottiglie annue. Il terreno è ricco di porfido vulcanico e ha un elevato contenuto di argilla mista a sabbie fini che arricchiscono le uve di una combinazione unica che esalta i profumi favorendo vini complessi ed eleganti. Il Monte Rosa protegge le viti dai venti freddi del Nord e garantisce un bel corredo di brezze, un ingrediente fondamentale per la perfetta salubrità delle uve.

Questo suolo ricco di minerali si presta molto bene alla produzione di vini con uve Nebbiolo, dotati di una bella sapidità e una notevole longevità, punti di forza che contraddistinguono questo Gattinara della Nervi. Le uve vengono vinificate nelle antiche cantine con una lunga e sapiente opera condotta a regola d’arte, nel rispetto della tradizione e del patrimonio vinicolo del territorio, utilizzando botti di rovere di grande capacità per un invecchiamento che si prolunga oltre i 36 mesi.

Questo Gattinara si presenta al calice con un bel colore rubino scarico con riflessi granati, regala un naso variegato e ricco di sfumature che si fondono magistralmente, piccoli frutti di rovo, mirtillo, ribes e frutti rossi quali amarena, scorza di arancia sanguinella, note di sottobosco e delicate note floreali di violetta, il bouquet continua ad evolvere in profumi speziati quali anice e liquirizia reso ancora più complesso da un ritorno minerale. Il sorso è un perfetto equilibrio tra tannini, freschezza, struttura e morbidezza. Perfetto l’abbinamento con un risotto al “Gattinara”, carni rosse stufate, selvaggina e formaggi stagionati.

la selezione di aprile

Les Fous - Domaine Leon Boesch

AZIENDA: Domaine Léon Boesch

REGIONE: Alsazia, Francia

VITICOLTURA: Biodinamica

TIPOLOGIA: Bianco aromatico fermo

VITIGNI: 100% Gewürztraminer

AFFINAMENTO: Tonneau di grandi dimensioni

COLORE: Giallo paglierino con riflessi dorati

PROFUMO: Agrumi, frutta esotica, floreale e note minerali

GUSTO: Secco, fresco e sapido

GRADAZIONE: 13,5%

ABBINAMENTO: Aperitivo | Primi piatti | Crostacei | Carni bianche | Formaggi a crosta lavata

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 8-10°C

L’Alsazia si trova all’estremità nord-orientale della Francia, al confine con la Svizzera e la Germania, di quest’ultima ha fatto parte fino al 1945. Una lingua di terra fiancheggiata dalla catena dei Vosgi e delimitata dal corso del Reno e dalla Foresta Nera. La zona vitivinicola è dedicata quasi esclusivamente alla coltivazione delle uve a bacca bianca.

Il Domaine Boesch si trova all’interno della Vallée Noble, nel Parco naturale dei “Ballons des Vosges” a 30 km a Sud di Colmar. La famiglia Boesch è dal 1640 che lavora la terra e sono all’undicesima generazione di vignerons, hanno 13 ettari di proprietà, i vigneti sono interamente coltivati secondo le regole dell’agricoltura biodinamica e annualmente producono quasi 60’000 bottiglie. I vigneti sono protetti dai venti freddi dalla catena dei Vosgi e godono di giornate soleggiate con precipitazioni scarse.

“Les Fous” è prodotto con uve 100% Gewürztraminer da vigne di oltre 20 anni di età. In cantina i grappoli vengono pressati interi, la fermentazione si svolge “en foudre” con lieviti indigeni in grandi botti, dove il vino rimane fino agli inizi di agosto per poi essere imbottigliato.

Alla vista ha un bel colore giallo paglierino con riflessi dorati, si esprime su note fruttate di pompelmo, frutto della passione e lytchi con accenni leggeri di ananas e banana, il percorso sensoriale continua con note di erbe quali la salvia e un gentile floreale di rosa. Al palato è un vino che spicca per finezza ed eleganza, è secco, equilibrato, coerente con l’olfatto ed arricchito da un’accenno minerale su uno sfondo sapido. Ottimo come aperitivo, ben si abbina a dei ravioli all’aglio orsino, crostacei specialmente cotti alla griglia, carni bianche e con formaggi freschi.

In questo sito Web utilizziamo strumenti di proprietari o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
è possibile prendere visione della politica di privacy di EnotecaVinarte cliccando qui