Selezione di Aprile - Vinarte

la selezione di aprile

Blu di Notte - Adriens Stevens

AZIENDA: Adrien Stevens

REGIONE: Ticino

DENOMINAZIONE: Merlot Ticino DOC

TIPOLOGIA: Vino rosso

VITIGNI: 100% Merlot

AFFINAMENTO: Pièce Bourghignotte per 14-16 mesi

COLORE: Rosso rubino brillante

PROFUMO: Frutta rossa, mora, mirtillo, viola, liquirizia

GUSTO: Fresco, morbido ed elegante

GRADAZIONE: 13%

ABBINAMENTO: Secondi piatti di carne | Formaggi stagionati

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16-18° C

Adrien Stevens è un giovane viticoltore formatosi alle tradizionali scuole di viticoltura ed enologia di Châteauneuf e Changins per poi fare pratica in alcune aziende vitivinicole ticinesi. Diventa poi cofondatore in veste di viticoltore enologo per le Cantine Riva Morcote. Nel 2020 realizza il suo sogno e intraprende la strada del viticoltore indipendente.

Acquista così una tenuta con annessa una cantina storica di fine Ottocento e attualmente coltiva 2.7 ettari di vigneto in due differenti appezzamenti situati a Trevano e a Castel San Pietro.
Il suo è un approccio “naturale” e rispettoso dell’ambiente. Sia in vigna che in cantina lavora in modo semplice e pragmatico, con rame e zolfo, qualche estratto d’alghe, vigne inerbite e seguendo il calendario lunare. Le fermentazioni sono spontanee, le macerazioni semicarboniche e i travasi piu unici che rari. La solforosa è impiegata in dose omeopatica unicamente alla messa in bottiglia.

Il Blu di Notte di Adriens Stevens è un Merlot in purezza ticinese quasi atipico. La “frutta matura” e la potenza dei vini tipici della regione, lasciano spazio ad un’espressione delicata e di estrema eleganza quasi fosse un Pinot Nero. Considerato a tutti gli effetti un Cru, le uve provengono interamente da vecchi ceppi del vigneto di Castel San Pietro. Prima di fermentare con soli lieviti indigeni, le uve rimangono a macerare a “grain entier” per qualche ora. In seguito alla macerazione di 25-30 giorni, il vino è affinato in “Pièce Bourghignotte” per 14-16 mesi.

Si presenta nel calice con un rosso rubino assai brillante. Il naso non è esplosivo ma si apre gradualmente con note di frutta rossa, ribes, frutta a bacca nera come mirtillo e mora. Il ventaglio olfattivo vira verso note floreali, erbe aromatiche e liquirizia. Il sorso è vivo, fresco, di estrema eleganza e gaudio. Da abbinare ad un filetto di cervo ai mirtilli, gulasch alla tirolese con polenta, petto d’anatra arrosto o con un tagliere di formaggi stagionati.

la selezione di aprile

Derthona - Vigneti Massa

AZIENDA: Vigneti Massa

REGIONE: Piemonte

DENOMINAZIONE: Vino Bianco

TIPOLOGIA: Vino bianco secco

VITIGNI: 100% Timorasso

AFFINAMENTO: 14 mesi in acciaio

COLORE: Giallo paglierino

PROFUMO: Floreale, fruttato e agrumato con sbuffi di pietra focaia

GUSTO: Ampio, cremoso, fresco e piacevolmente sapido

GRADAZIONE: 13,5%

ABBINAMENTO: Pesce | Crostacei | Carni bianche | Formaggi freschi

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 11-12° C

Walter Massa è a tutti gli effetti il padre e il pioniere del Timorasso dei Colli Tortonesi, quel piccolo lembo di terra piemontese incastonato tra il Monferrato e l’Oltrepò.
Un vignaiolo indipendente e coraggioso, considerato da molti un guru e un maestro, è riuscito a cambiare, ricostruire e rilanciare con successo il volto enologico di un intero territorio: basti pensare che da 4 ettari di Timorasso coltivati nel 2000, oggi sono diventati 150 ettari!
Vigneti Massa è il nome della cantina a conduzione familiare, fondata dagli antenati Massa nel 1879, che oggi vanta una proprietà di 23 ettari di cui quasi la metà occupati dal Timorasso. In linea con la lunga tradizione familiare e territoriale, questi vigneti sono coltivati con scrupolosa attenzione e buonsenso contadino, limitando al minimo i trattamenti fitosanitari. Contrario ad ogni forma di burocrazia, Walter ha scelto di non ricorrere a denominazione di origine riportate in etichette.

Il Derthona Vigneti Massa è un bianco iconico e rappresentativo, prodotto a partire da uve Timorasso in purezza. In seguito ad una macerazione a freddo sulle bucce di 40-45 ore, la sola frazione liquida di mosto fermenta spontaneamente in vasche di acciaio. Durante i successivi 14 mesi di affinamento vengono svolti ripetuti bâtonnage.

Si palesa nel calice con veste gialla paglierina di media intensità. Naso ampio e ricco, con richiami al miele d’acacia, alla pietra focaia, ai fiori bianchi, alla frutta a polpa gialla e agli agrumi. Sbuffi minerali chiudono il bouquet aromatico. Il sorso è pieno e cremoso, perfettamente bilanciato tra la sua ricchezza materica e la componente salina che allunga notevolmente la persistenza del vino.

È ottimo con piatti a base di crostacei, carni bianche e formaggi freschi. Eccezionale con un piatto di ravioli al burro e salvia.

In questo sito Web utilizziamo strumenti di proprietari o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
è possibile prendere visione della politica di privacy di EnotecaVinarte cliccando qui